L’AMERICANO

“L’Americano” tells the meeting of two stories connected with passion:
the dedication of a boxer, who succeeds after sacrificing his own life to boxing, and the creativity of a barman, able to invent a cocktail with the inspiration of an artist.
The film resumes the story according to which the Campari Americano is a tribute to the grandeur of Primo Carnera, reinterpreting it in a modern key, through a transposition to nowadays.
It seems an evening like the others: an empty bar, the noise of the city in the background, the quiet of the closing time. But suddenly the bell rings and a living legend walks in the bar.
The boxer challenges the barman asking him to be amazed with a drink.
The barman accepts it and puts all of himself in the preparation of a cocktail worthy of the great boxer.
A dreamlike moment in which a sound crasis makes its way: the bar and the gym merge into one place, where the concentration of the boxer is transformed into the light touch of the barman, the lemon peel sliding on the edge becomes the dry sound of the velcro of the gloves, and the power of the punches on the bag is mixed with the ice clinking inside the glass.
This is the birth of “Americano”, a cocktail which has made history just like the Italian boxer who has become the Heavyweight Champion in America.
The challenge is over. The boxer leaves the bar, unable to hold back the smile of someone who has found an opponent as good as him.

“L’Americano” racconta l’incontro di due storie legate dalla passione:
la dedizione di un pugile, che arriva al successo dopo aver sacrificato la propria vita alla boxe, e la creatività di un barman, capace di inventare un cocktail con l’estro di un’artista.
Il corto riprende la storia secondo la quale il Campari Americano è un tributo alla grandezza di Primo Carnera e la reinterpreta in chiave moderna, trasportandola nel presente.
Sembra una sera come tante: un bar semivuoto, i rumori della città in sottofondo, la quiete dell’ora di chiusura. Ma a un tratto il campanello suona, e nel locale fa il suo ingresso una leggenda vivente: -Vediamo se sei in grado di stupirmi- il pugile lancia una sfida al barman.
Il barman la raccoglie, e mette tutto se stesso nella preparazione di un cocktail degno del grande pugile.
Un momento onirico in cui si fa strada una crasi sonora: il bar e la palestra si fondono in un unico luogo, in cui la concentrazione del pugile si trasforma nel tocco lieve del barman, la scorza di limone che scivola sul bordo diventa il suono secco del velcro dei guantoni, e la potenza dei pugni sul sacco si mescola al tintinnio del ghiaccio nel bicchiere.
Nasce così l’Americano, un cocktail destinato a entrare nella storia, così come l’impresa del pugile italiano, campione dei pesi massimi in America.
La sfida è conclusa. Il pugile lascia il bar, senza riuscire a trattenere il sorriso di chi ha trovato un avversario alla propria altezza.

 

CREDITS:

Director: Nicola Schito
Screenplay: Michela Lillo
Cinematography: Dario Scommegna
Producer: Elisa Capetti
Art Direction: Davide Bodano
Set Designer: Francesca Paganini

First Ac: Alberto Cammarrano
Best Boy: Daniele Coppa
Boom Operator: Matteo Parolini
Make-Up Artist: Valeria Iovino

Editor: Alessandro Sartor
Music and sound design: Matteo Parolini
Color Grading: Daniel Pallucca

Bartender: Angelo Corbetta
Boxer: Enzo Edgardo Filipetti

Leave a Comment